Missione medica utilizza un ecografo portatile in Liberia

July 18, 2019

Allison Byrne è una fisioterapista e co-leader di un team medico della Park Community Church di Chicago. Recentemente, è tornata da una missione medica per dare supporto all'ambulatorio del Light Evangelism Ministry (LEM) a Fendell, Liberia. L'ambulatorio LEM garantisce diagnosi, terapie endovenose e farmaci per via orale a tutti i pazienti che si presentano per essere visti, con la sola elettricità fornita da un generatore.

Il team di Allison è formato da sei persone con varie competenze mediche (tra le quali un'infermiera in formazione, osteopati e assistenti medici) e altre due persone che seguono principalmente la scuola del ministero. Hanno aiutato a far nascere bambini, a effettuare circoncisioni, a mettere gessi, ad avviare il programma di nutrizione nei casi di denutrizione, e a effettuare la cura delle ferite.

Allison ha portato un sistema ecografico M-Turbo che SonoSite ha dato in prestito al suo team, e ha usato il macchinario per un'ampia varietà di applicazioni. Hanno anche avuto l'opportunità di insegnare l'uso degli ultrasuoni alle infermiere del luogo che operano nell'ambulatorio, durante il trattamento di 100-200 pazienti al giorno. Come spiega:

“Abbiamo usato il sistema M-Turbo per far vedere per la prima volta i loro bambini alle mamme in attesa, per posizionare gli accessi endovenosi in modo più efficace, per sottoporre a controllo gli idrocefali, e per effettuare varie diagnosi a livello addominale, tra le quali quella di cirrosi e di cancro. Più volte abbiamo utilizzato l'ecografo per aiutare nella diagnosi di cancro, cosa che ha comportato un misto di emozioni. Dal momento che non facevamo pagare separatamente per l'ecografia e per la parte di medicina, siamo riusciti a far risparmiare a questi pazienti e alle loro famiglie una forte somma che avrebbero speso per effettuare la diagnosi presso un'altra struttura. Abbiamo avuto la possibilità di preparare le persone in modo che potessero sfruttare al meglio il poco tempo che avevano con i loro cari.”

Allison ha molto apprezzato l'opportunità che ha avuto il suo team di usare il sistema M-Turbo di SonoSite per questo uso compassionevole.

“Abbiamo utilizzato l'ecografo così tante volte per far vedere i bambini alle loro mamme, e hanno provato una tale gioia! Prima, non avevano mai avuto la possibilità di vedere la vita crescere dentro di loro, e i loro visi si illuminavano quando davamo loro questa possibilità. Abbiamo fatto delle foto con la Polaroid delle immagini ecografiche per le mamme, in modo che le potessero portare a casa.

L'ecografo ci ha consentito anche di posizionare accessi endovenosi molto difficili, che è stato l'unico modo che abbiamo avuto per somministrare farmaci a pazienti in condizioni critiche. Molti dei pazienti, nel caldo clima africano, sono disidratati, cosa che rende una sfida significativa il posizionamento della linea. L'ecografo ci ha consentito di iniziare la fleboclisi in tempi più rapidi, cosa che in molti casi è salvavita.”

Allison ha anche raccontato come l'ecografia abbia giocato un importante ruolo nell'infondere speranza.

“È arrivata una ragazza che, poche settimane prima, aveva subito parecchi abusi a livello fisico reiterati in più giorni. Sua mamma era molto preoccupata del suo recupero e dell'impatto che tutto ciò avrebbe avuto sulla sua salute. Le abbiamo fatto un'ecografia all'addome e siamo stati in grado di rassicurare la ragazza e sua mamma che il suo corpo era in via di guarigione. Se non avessimo avuto l'ecografo, non avremmo potuto essere così rassicuranti.”

FUJIFILM SonoSite, Inc. promuove il miglioramento del sistema sanitario all'interno della comunità mondiale, ma non sosteniamo ufficialmente alcun ente benefico né alcuna organizzazione che venga menzionata o alla quale si faccia riferimento nella nostra pagina Salute Globale.

Ulteriori informazioni sulle storie stimolanti di SonoSite

Una missione medica porta un M-Turbo ad Haiti

Il team di soccorso in caso di disastro prende in prestito un ecografo per gli alluvionati

iViz usato per studiare la schistosomiasi in Madagascar

Condividere