Medicina dello sport

Ecografo portatile e resistente per la medicina dello sport

I professionisti della medicina dello sport sanno che la salute e le carriere sportive dei loro pazienti potrebbero essere in bilico. Sono anche consapevoli che l'ecografia per il punto di cura di Sonosite e la tecnologia di visualizzazione dell'ago possono contribuire a fornire risposte immediate in studio, sul campo o pressoché in qualsiasi luogo in cui si verificano infortuni sportivi. La valutazione di un trauma in tempo reale aiuta in maniera significativa i medici a definire rapidamente un trattamento per un atleta professionista o gli "sportivi occasionali" oppure per farli rimettere in sesto in modo sicuro.

Nella medicina dello sport, il "punto di cura" può essere praticamente ovunque: a bordo campo, a bordo pista, per strada. Sono proprio questi i casi in cui la resistenza e la portabilità dei dispositivi ecografici Sonosite spiccano di più. 

Bennetts British Superbikes utilizza Sonosite iViz come parte del suo sistema di cure mediche altamente coreografiche. 

Le opinioni dei clienti della medicina dello sport relative all'ecografia per il punto di cura Sonosite

"Ho appena visto il legamento gleno-omerale superiore sotto il bicipite con X-Porte... non l'avevo mai visto prima. È fantastico!".

Alan M. Hirahara, MD, FRCSC; Chirurgo ortopedico specializzato in medicina dello sport

"L'imaging rapido, efficiente e avanzato permette ai chirurghi ortopedici di migliorare la cura dei pazienti e ridurre i costi complessivi dell'assistenza sanitaria".

John S. Reach Jr., MD, Director of the Yale Foot and Ankle Service, Assistant Professor of Orthopedic Surgery, Yale School of Medicine, New Haven, Connecticut (USA)

“I sistemi portatili a ultrasuoni sono meno costosi, subito pronti all'uso e offrono una risoluzione eccellente senza il ricorso alle radiazioni. Al contrario, la risonanza magnetica può essere difficile da pianificare, non può essere resa disponibile presso il punto di cura e non è praticabile nei casi di portatori di pacemaker o di pazienti che soffrono di claustrofobia”.

Levon Nazarian, MD, Professor of Radiology,
 Vice Chairman of Education,
 Director of Muscular Ultrasound, 
Jefferson Medical College of Thomas Jefferson University, 
Philadelphia, Pennsylvania (USA)

Articoli correlati

Page Category: