Ecografia nell’anestesia perioperatoria

perioperative ultrasound for perioperative medicine

Il ruolo degli anestesisti si sta evolvendo. Man mano che gli ospedali cercano modi innovativi per semplificare il trattamento dei pazienti e migliorare i risultati, agli anestesisti viene richiesto di seguire i pazienti anche al di là delle anestesie generali e dei blocchi nervosi. La medicina perioperatoria va ben oltre la sala operatoria, arrivando a riguardare anche alcune fasi del ricovero. Gli anestesisti si trovano quindi a dover svolgere ruoli nuovi prima, durante e dopo le operazioni.

Gli anestesisti stanno apprendendo nuove competenze, come gli ecografi per il point-of-care in ambito diagnostico. L’utilizzo di POCUS per le indagini diagnostiche sui pazienti nella cura perioperatoria per complicanze o condizioni sconosciute consente di risparmiare tempo, il che può migliorare significativamente gli esiti delle cure e ridurre la durata delle degenze ospedaliere.

Tra le applicazioni più comuni dell'ecografia in ambito perioperatorio figurano:

  • Il monitoraggio emodinamico e la gestione della volemia
  • L'identificazione di un versamento o un tamponamento pericardico
  • La diagnosi di patologie cardiopolmonari come lo pneumotorace
  • L'inserzione di un tubo endotracheale/La gestione delle vie aeree
  • Protocollo FATE (per l'Ecocardiografia Transtoracica)
  • Valutazione del contenuto gastrico
  • Protocollo FAST (Valutazione dell'instabilità emodinamica)

Di seguito si riporta un elenco di dispositivi ecografici Sonosite progettati tenendo presenti le esigenze degli anestesisti:

  • Sistema ecografico Sonosite X-Porte Sonosite X-Porte comprende un'eccellente qualità delle immagini, calcoli cardiaci avanzati e moduli didattici integrati nel dispositivo, in modo da poter ricevere ulteriori informazioni sulle scansioni ecografiche mentre si lavora. Il sistema rivestito in vetro resistente è davvero semplice da pulire.
  • Sistema ecografico Sonosite PX Sonosite PX offre la nostra più avanzata nitidezza d'immagine per la massima affidabilità nella diagnosi dei pazienti. La nuova interfaccia combina comandi touch e fisici per una maggiore efficienza, mentre la superficie di lavoro adattabile da orizzontale a verticale permette un'ergonomia ottimale in corsia.

Articoli correlati

Page Category: