IL WHITE MEMORIAL HA REGISTRATO ZERO CASI DI CLABSI E DI PNEUMOTORACE IATROGENO

Testimonianza diretta: i sostenitori della sicurezza del paziente del White Memorial promuovono il cambiamento in tutto l'ospedale.

“Per quanto riguarda l'efficacia del programma, i numeri parlano da soli. Non abbiamo più dovuto far fronte a complicazioni meccaniche e stiamo riuscendo a mantenere questo risultato. Ormai non ricordo più da quanto tempo non si verifichi un'infezione dopo l'inserimento di un catetere. Questo progetto mi ha insegnato che azzerare i casi di infezione è realmente possibile.”

-- Mara Bryant, Sr. Vice President, Organizational Excellence, White Memorial Medical Center

Puntare all'eccellenza

Membro dell'Adventist Health System, il White Memorial Medical Center (un ospedale da 353 posti letto situato nel centro di Los Angeles), davanti ai numerosi casi di pneumotorace iatrogeno e infezioni ematiche associate al catetere centrale (CLABSI), aveva deciso di intervenire per migliorare la situazione. Mara Bryant, White Memorial's Senior Vice President for Organizational Excellence, afferma: “Volevamo ottenere un cambio di passo per poter garantire ai nostri pazienti un’assistenza impeccabile.” L'ospedale organizzò così una taskforce per studiare il problema e trovare una soluzione che fosse “efficiente e in grado di essere adottata in ogni momento, 24 ore su 24, sette giorni su sette”.

Con questo obiettivo in mente, il White Memorial Medical Center ha messo in atto il programma di formazione SonoSite per la gestione dei cateteri centrali da gennaio 2010 ad agosto 2011. Il programma comprendeva, tra gli altri, i seguenti elementi didattici: l'insegnamento della procedura a sei fasi per ridurre sia le complicazioni meccaniche sia quelle del sistema circolatorio; un corso di perfezionamento a livello ospedaliero sulla tecnica di posizionamento dei cateteri centrali; sessioni di formazione per istruttori e un sistema di feedback per la garanzia di qualità.

“Era chiaro: con gli strumenti giusti, l'insegnamento e la volontà di crescere a livello culturale, il programma sarebbe diventato parte della nostra pratica. Ed era proprio questo l’obiettivo che ci eravamo prefissati. Il cambiamento non è mai una cosa facile, ma se non lo si intraprende, non si potrà mai portare a termine il proprio obiettivo. SonoSite è stata parte integrante di questo processo.”

-- Angela Hughes, RN, BSN, MSN, Director, Continuum of Care, White Memorial Medical Center.

I risultati del programma: zero e ancora zero!

Attuando questo programma, il White Memorial ha registrato zero casi di pneumotorace iatrogeno nell'intero ospedale e, ancora, zero casi di CLABSI in terapia intensiva.

“Adesso, quando pensiamo al nostro tasso di infezione e riesaminiamo le cateterizzazioni, siamo così entusiasti e orgogliosi del nostro istituto. Chiunque o qualsiasi ospedale pensi che sia impossibile azzerare i casi di infezione in terapia intensiva, si sbaglia. È possibile.”

-- Rebecca Berberian, Director of Risk Management and Infection Control, White Memorial Medical Center

La procedura a sei fasi

I dati dimostrano che le procedure per la cateterizzazione venosa centrale, come la procedura a cinque fasi approvata dall'IHI, consentono di ridurre l'incidenza di CLABSI. Il programma di formazione SonoSite per la gestione dei cateteri centrali illustra questa procedura aggiungendo un sesto importante passaggio:

  1. Igiene delle mani
  2. Massime precauzioni di barriera
  3. Antisepsi della cute con clorexidina
  4. Scelta dell'ubicazione ottimale del catetere
  5. Controllo giornaliero delle necessità del catetere, con rimozione tempestiva delle linee non necessarie
  6. Guida ecografica per l'inserimento di cateteri

    L'aggiunta di questo sesto passaggio, che AHRQ e NICE raccomandano per ridurre le complicazioni meccaniche, è il contributo unico e importante che SonoSite offre durante la formazione in loco. La ricerca ha dimostrato che utilizzando una guida ecografica per il posizionamento dei cateteri centrali, i rischi di fallimento dell'incannulamento, perforazione delle arterie e di altre complicazioni connesse all'inserimento diminuiscono.

“Penso che sia nell'interesse di ogni medico riuscire a fare il meglio per i propri pazienti. Attenendosi a queste sei semplici linee guida, credo sia possibile ottenere risultati stupefacenti.”

-- Faisal Khan, MD, Chair, Dept. of Surgery, White Memorial Medical Center

SonoSite si congratula con il White Memorial Medical Center per questo risultato clinico straordinario e per il suo impegno costante per rendere la cateterizzazione centrale una procedura sicura.